Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Progetto, la luce nello spazio del museo Pio Cristino e museo Gregoriano Profano, Musei Vaticani (SCV), 2013

17 Novembre 2015

Progetto, la luce nello spazio del museo Pio Cristino e museo Gregoriano Profano, Musei Vaticani (SCV), 2013

 

Nella visione della nuova luce, la “luce artificiale” valorizza il contenuto e non il contenitore mentre la “luce naturale” non entra più nello spazio tridimensionale del museo ma viene confinata e bloccata nel punto di ingresso; l’edificio museo quindi si attenua mentre le superfici dedicate all’esposizione dei reperti si illuminano.


                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      VAI AL PROGETTO